timpano perforato

25 ago Timpano perforato: cause, conseguenze e rimedi

Il calo dell’udito è quasi sempre un processo fisiologico di lunga durata, ma in alcuni casi può essere un fenomeno improvviso, come nel caso del timpano perforato. In questo articolo scopriremo cos’è il timpano e qual è la sua funzione, quali sono le cause di un timpano perforato e se ci sono rimedi.

Cos’è il timpano

Il timpano o, per meglio dire, la membrana timpanica, è una membrana che si trova all’interno dell’orecchio medio, alla fine del condotto uditivo esterno e ha la funzione di rilevare e trasmettere al cervello le vibrazioni sonore prodotte dalla catena degli ossicini. Ecco perché quando viene danneggiata, viene compromessa anche la capacità uditiva, oltre ad avvertire un forte dolore.

Inoltre, il timpano ha anche la funzione di proteggere l’orecchio interno da germi e batteri.

Cause della perforazione del timpano

Ci sono diverse situazioni che possono portare alla perforazione del timpano: alcune dipendono da abitudini scorrette, altre da eventi improvvisi e traumatici, altri invece sono da ricondursi a malattie dell’udito.

Alla prima fascia di cause del timpano perforato appartiene l’uso scorretto del cotton fioc. Come abbiamo detto più volte parlando di pulizia dell’orecchio, questo strumento è sconsigliato, sia perché può portare alla formazione di un tappo di cerume sia perché, appunto, può lacerare il timpano.

La membrana timpanica è molto delicata e un movimento brusco con il cotton fioc o un inserimento troppo in profondità può lacerarla. Ecco perché questo strumento non va mai inserito all’interno del canale uditivo, ma usato tuttalpiù per la pulizia del padiglione auricolare.

Alla seconda fascia di cause di perforazione del timpano, ossia gli aventi traumatici, appartengono i rumori forti e improvvisi, colpi alla testa e il barotrauma. Rumori forti a distanza ravvicinata, come il fischio di un treno o lo scoppio di un petardo possono essere così forti da lacerare il timpano. Lo stesso vale per i colpi alla testa, come quelli causati da una pallonata involontaria e dallo scoppio dell’air bag.

C’è da considerare poi il barotrauma, ossia la lacerazione del timpano causata dalla differenza di pressione tra l’interno dell’orecchio e l’esterno. Questo fenomeno si verifica soprattutto quando si viaggia in aereo, nella fase di atterraggio o decollo, quando l’alta velocità impedisce alle orecchie di adattarsi in tempo alla nuova pressione dell’aria.

Infine, ci sono anche forme molto gravi di infiammazione dell’orecchio medio o otite che possono portare ad un timpano perforato. Ciò avviene perché i liquidi dell’orecchio, a causa dell’infiammazione, premono sulla membrana timpanica, così forte da romperla.

Rimedi per il timpano perforato

Il timpano perforato è un problema che, nella maggior parte dei casi, si risolve da solo. La membrana timpanica infatti è in grado di rigenerarsi e guarire in autonomia entro qualche mese. Ovviamente, durante questo periodo di guarigione, dolori auricolari, sensazione di orecchio ovattato, acufene e soprattutto calo dell’udito possono persistere.

Sono il rari casi è necessario ricorrere alla miringoplastica, ossia ad un intervento chirurgico per ricostruire il timpano perforato in modo molto grave.