acufene-da-stress

12 ott Acufene da stress: cos’è e come gestirlo

Sapevi che situazioni di forte stress e ansia possono essere la causa principale del tuo acufene? Purtroppo stati di ansia o di stress molto forti hanno un impatto rilevante sull’intero organismo e in particolare sul nostro sistema nervoso. Dati i tempi frenetici in cui viviamo, le condizioni lavorative non sempre ottimali e tutte le preoccupazioni legate al momento storico che stiamo vivendo, non è raro che si registri un aumento di casi di acufene da stress.

L’acufene è un disturbo uditivo caratterizzato da un ronzio o fischio che viene percepito anche se non esiste una fonte esterna di rumore. Può essere avvertito ad un solo orecchio a due e può variare per durata ed intensità.

Come nasce l’acufene da stress?

Una delle possibili cause dell’acufene da stress potrebbe essere attribuita all’aumento della produzione di glutammato in particolari condizioni di ansia e stress. Il glutammato è un neurotrasmettitore del cervello che consente di creare legami tra un neurone e l’altro. Quando viene prodotto un eccesso di glutammato, arriva un numero elevato di segnali eccitatori ai neuroni provocando danni a diverse zone cerebrali, tra le quali anche quella che comprende il nervo acustico, generando così l’acufene.

Acufene da stress: cura

Attualmente non esiste una cura specifica per l’acufene da stress, se non il cerare di allentare l’ansia e lo stress e riportare la produzione di glutammato a livelli normali. Questo ovviamente non è semplice, tenuto conto che l’acufene stesso contribuisce ad aumentare lo stress e il disagio, perchè imedisce di dormire, concentrarsi e rilassarsi.

Tuttavia esistono terapie che consentono di alleviare gli effetti agevolando così la gestione dell’acufene da stress. Ecco i principali:

  • Trattamento TRT: alcuni centri acustici sono specializzati in terapie per alleviare l’acufene. La principale terapia viene chiamata TRT (tinnitus retraining therapy). Questa terapia riabilitativa avviene tramite un generatore di rumore e richiede la collaborazione di uno specialista otorinolaringoiatra e di un audioprotesista.
  • Mangiare fonti ricche di magnesio per diminuire gli alti livelli di glutammato che provocano “eccito-tossicità” da stress.
  • Meditazione per riuscire ad avere maggior controllo sugli effetti prodotti dall’acufene.
  • Assumere estratti di fiori di Bach per agire in maniera diretta e naturale su blocchi dovuti a traumi o a una serie di eventi stressanti.