Anziana signora con vertigini da labirintite

23 Mar Labirintite: sintomi, cause e terapia

La labirintite è un’infiammazione dell’orecchio interno, e in particolare della zona chiamata labirinto, sede del senso dell’udito ma anche di quello dell’equilibrio. Per questo motivo, uno dei sintomi più evidenti della labirintite sono le vertigini, al punto che le due parole vengono spesso erroneamente utilizzate come sinonimo. È ben quindi chiarire che la labirintite è una patologia, mentre le vertigini sono un sintomo proprio di questa patologia, ma anche di molte altre.

Sintomi della labirintite

Oltre alle vertigini, i sintomi più comuni della labirintite sono giramenti di testa, nausea a mal di stomaco (legati all’alterazione del senso dell’equilibrio), perdita dell’udito, acufene e nistagmo (negati all’alterazione del senso dell’udito). Il labirinto infatti è una della parti più importanti e delicate dell’apparato uditivo: ha il compito di captare i suoni, ma anche i movimenti. Ciò avviene perché il nervo dell’orecchio, contenuto all’interno del labirinto, è ricco di un fluido chiamato endolinfa che registra ogni minimo spostamento del cervello.

I sintomi della labirintite si possono manifestare in forma sporadica e improvvisa, anche a seguito di un colpo di tosse troppo forte, oppure in forma acuta, impedendo a chi ne soffre anche il più piccolo movimento senza fastidio, nausea o dolore.

Cause della labirintite

Le cause della labirintite possono essere diverse; le principali:

  • infezione batterica
  • virus
  • stress
  • trauma cranico

Le infezioni, sia di origine batterica che virale, portano ad un’infiammazione della zona colpita, anche se non sempre hanno origine dalle orecchie. Spesso, si tratta di un’infezione delle vie respiratorie superiori che si è diffusa fino all’apparato uditivo o di una malattia che ha danneggiato irrimediabilmente le strutture dell’orecchio, come nel caso della meningite.

Come curare la labirintite

Come dicevamo, sono molte le persone che confondono la labirintite con “semplici” vertigini e per questo potrebbero adottare metodi fai da te o terapie inefficaci, se non addirittura dannose, per contrastare questo senso di nausea, perdita dell’equilibrio o ipoacusia. Ecco perchè all’apparire dei sintomi è importante consultare il medico di base.

Per diagnosticare la labirintite infatti è necessaria un’approfondita visita medica e una serie di test, come quello di coltura batterica e della risposta uditiva del tronco encefalico, o una TAC.

La cura dipenderà ovviamente dalla causa scatenante. Il medico prescrive in genere una terapia farmacologica che prevede due obiettivi: ridurre l’infezione e alleviare i sintomi della labirintite. Nel primo caso prescrive farmaci antivirali o antibiotici, e nel secondo caso farmaci antiemetici che dovrebbero attenuare la nausea e le vertigini. Per quanto riguarda l’udito, non ci sono interventi specifici: una volta eliminata l’infiammazione, la normale capacità uditiva dovrebbe essere ripristinata. Se così non fosse, è consigliato effettuare un test dell’udito per approfondire la questione.

Hai domande? Vuoi saperne di più? Contattaci!

    Nome *
    Cognome *
    Telefono *
    Email *
    Qual'è il centro più vicino a te ?
    Ho letto e accetto il consenso della privacy.


    Le nostre sedi
    Gambassi TermeVia Garibaldi 5
    Grassina – Bagno a RipoliStrada Regionale Chiantigiana 168
    PisaVia S. Giovanni Bosco 25
    FirenzePiazza Giampietro Vieusseux 13/R
    Monsummano TermeVia Empolese 235/A
    PoggibonsiVia Borgaccio, 79
    LivornoPiazza Damiano Chiesa 32
    CertaldoVia XX Settembre 25
    EmpoliPiazza Guido Guerra 48