Diabete-e-udito

14 nov Diabete e perdita uditiva: esiste una correlazione?

Il diabete meglio conosciuto come diabete mellito è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue.

Molti pazienti diabetici possono con il tempo manifestare improvvisamente una perdita uditiva. Ciò deriva a potenziali danni alla coclea dovuti a una carenza di insulina o da un’insulino-resistenza dell’organismo.

Recentemente uno studio ha confermato che l’ipoacusia è due volte più comune nelle persone diabetiche.

Come può il diabete influenzare l’udito?

Non si conoscono ancora i meccanismi che correlano il diabete con l’ipoacusia, ma gli esperti hanno recentemente evidenziato i danni che la malattia può apportare alla coclea. A causa del diabete questa parte dell’orecchio viene danneggiata, comportandone l’eccessiva sensibilità ai suoni rumorosi, lenta guarigione ai traumi acustici e nei casi più gravi l’ipoacusia.

Come riconoscere i sintomi?

  • Chiedere spesso agli altri di ripetersi;
  • Avvertire problemi durante le conversazioni con più persone;
  • Avvertire problemi nel sentire le voci di donne e bambini;
  • Difficoltà di ascolto nei luoghi rumorosi;
  • Bisogno di alzare eccessivamente il volume della radio o della TV per ascoltare meglio.

 

Come intervenire?

 

Il diabete è una patologia che purtroppo genera conseguenze in tutto l’organismo, sia a livello di tessuti corporei che di funzioni fisiologiche.
Oggi, non ancora esiste una conclusione unanime condivisa dagli studiosi secondo cui l’obesità incida in maniera così profonda sulle possibili cause della sordità, ma che tra questa patologia e l’ipoacusia esiste uno stretto legame è ormai un dato innegabile.
La conseguenza che si verifica è che spesso la perdita di udito nelle persone diabetiche viene sottovalutata o addirittura ignorata.
Pertanto, sarebbe opportuno effettuare un controllo dell’udito gratuito almeno una volta l’anno ed informarsi quali sono gli ulteriori effetti che tale patologia può provocare.