Proteggere le orecchie dal freddo

13 dic Proteggere le orecchie dal freddo: 6 consigli utili

Il freddo è arrivato! Clima rigido, sbalzi di temperatura, vento e umidità possono mettere in pericolo il benessere uditivo. E non si parla solo di quello dei bambini, che spesso consideriamo più esposti ai malanni di stagione, ma anche quello degli adulti e degli anziani. Ecco perché abbiamo preparato 6 consigli utili per proteggere le orecchie dal freddo.

1. Coprire bene le orecchie

Le orecchie sono ricche di terminazioni nervose e capillari, per questo sono molto più sensibili al freddo di altre parti del corpo. Se non si coprono bene, non si rischia soltanto quella spiacevole sensazione di avere le orecchie gelate, ma anche mal d’orecchi, mal di testa e problemi di udito. Ecco perché vi consigliamo di utilizzare dei paraorecchie, dei cappelli e ampie sciarpe per proteggere l’intero padiglione auricolare quando siete fuori casa.

2. Asciugare con cura le orecchie

In inverno non bisogna soltanto proteggere le orecchie dal freddo, ma anche dall’umidità. Per questo è importante asciugarle sempre con cura dopo aver fatto la doccia o il bagno. Potete usare un asciugamano per il padiglione auricolare e il getto del phon per assicurarti che anche il condotto uditivo sia perfettamente asciutto.

3. Non utilizzare i bastoncini di cotone

Gli strumenti che normalmente si usano per la pulizia delle orecchie infatti, ossia i bastoncini di cotone, sono in realtà pericolosi per l’udito e non andrebbero mai introdotti all’interno del condotto uditivo. Un movimento brusco o l’inserimento troppo in profondità, potrebbero causare una perforazione del timpano e gravi problemi uditivi. Se proprio non volete rinunciare ai cotton fioc, utilizzali in modo corretto sono per pulire il padiglione auricolare.

4. Non esagerare con i cibi salati

Durante l’inverno, quando la prova costume è ben lontana e ci sono le festività natalizie, c’è la tendenza a mangiare di più. Bisogna però fare attenzione, pur concedendosi qualche piacere della tavola, a non esagerare con i cibi salati. Il sodio presente nel sale da cucina può facilitare la ritenzione idrica e quindi far accumulare liquido che provoca gonfiore nella parte più interna dell’orecchio.

5. Fare attenzione agli sbalzi di pressione

Se avete scelto di prendere l’aereo per le vostre vacanze invernali, fate attenzione alla compressione e alla decompressione in atterraggio e in partenza. Se siete raffreddati, potreste avvertire un dolore anche molto intenso all’orecchio.

6. Non sottovalutare il mal d’orecchio

Il mal d’orecchie è un sintomo che può essere collegato a diverse cause. Oltre al raffreddamento infatti altre cause possono essere riconducibili a tappi di cerume, trauma acustico, barotrauma, ostruzione delle tube di Eustachio, infezioni, mal di denti e ascessi ai denti, sinusite, artrosi cervicale e dolore alla cervicale. Senza eccessivi allarmismi, dunque, la prima cosa che dobbiamo fare è rivolgerci al medico di famiglia. Eventualmente poi seguita da una visita specialistica dal medico otorinolaringoiatra.