Come-gestire-la-perdita dell'udito nei bambini

10 feb Come gestire la perdita dell’udito nei bambini?

La capacità uditiva è importante affinché i bambini sviluppino le abilità linguistiche e cognitive man mano che crescono. Molte ricerche hanno dimostrato che il rilevamento e l’intervento per la perdita dell’udito nei bambini prima dei sei mesi di età si traducono in esiti significativamente migliori rispetto all’intervento dopo i sei mesi di età.

Purtroppo la sordità infantile è un problema che interessa non pochi bambini. In Italia, questo fenomeno interessa circa 1 bambino su 1000.

Ci sono diverse possibili cause per la perdita dell’udito nei bambini, sia essa congenita o acquisita.

È importante che genitori, tutori, medici e insegnanti riconoscano i segni dell’ipoacusia infantile e sia adoperino per intervenire con la corretta terapia in tempi brevi. Infatti la perdita dell’udito nei bambini precoce – specialmente quella non diagnosticata – può causare uno sviluppo significativo e problemi emotivi per i bambini che hanno effetti a lungo termine.

Molte volte basta fare alcuni giochi per renderli consapevoli dei suoni di difficile comprensione, oppure dei pericoli a cui, per via della loro situazione, devono prestare particolare attenzione.

Come giocare con i bambini che hanno problemi uditivi?

Ci sono diversi giochi che si possono fare insieme ai bambini che soffrono di ipoacusia. Tali giochi possono aiutare ad avere maggiore familiarità con i suoni.

  • Abbinare i suoni: si possono scaricare dei suoni, come il cane che abbaia o la sirena, e creare delle card a cui associare i suoni che di volta in volta si fanno sentire al bambino ipoacusico;
  • Il gioco della sicurezza: improvvisare delle scenette o degli “scenari di gioco” dove vengono ideate delle situazioni potenzialmente pericolose e magari far sì che le situazioni così create corrispondano con quelle più rischiose per chi ci sente poco (come attraversare la strada con attenzione senza poter affidamento sull’udito);
  • Calendarizzare le attività: usando foto, disegni, colori e ogni cosa suggerisce l’immaginazione, si può creare un calendario dei giochi e delle attività che si faranno assieme al bambino, può aiutarlo a essere predisposto a sentire determinati suoni o porre attenzione ad ascoltare delle parole piuttosto che delle altre di modo che non possa perdere ciò che viene detto;

Si tratta di semplici consigli che possono aiutare le famiglie ad affrontare con serenità la perdita dell’udito nei bambini

A seconda della gravità e della causa della perdita dell’udito nel bambino, potrebbero essere raccomandate le forme di trattamento consigliate come l’uso di soluzioni acustiche, impianti cocleari e una combinazione di logopedia o dispositivi di ascolto assistito.